Blog

Torna a Blog
Scarpe Antinfortunistiche

Scarpe Antinfortunistiche

Dispositivi di protezione individuale

Le scarpe antinfortunistiche rientrano nella categoria dei DPI (dispositivi di protezione individuale), tutti quei dispositivi che hanno come obiettivo quello di tutelare la salute e la sicurezza di una persona. I DPI vengono usati soprattutto in contesti lavorativi ma non solo; spesso sono necessari anche in ambito sportivo e in tutte le situazioni dove viene richiesta una protezione.

DPI: scarpe antinfortunistiche

Le calzature antinfortunistiche sono obbligatorie, in ambito lavorativo, quando c’è un rischio prevedibile di lesione ai piedi. Infatti, le scarpe da lavoro proteggono il piede e ne evitano lo schiacciamento o lesioni da urti accidentali. Sono studiate per proteggere interamente il piede: con punta rigida molto resistente, suola antiperforazione e antiscivolo.

Pensiamo a un cantiere dove può capitare che un materiale pesante cada proprio sui piedi, oppure, con i chiodi sparsi a terra, che si infilzi qualcosa sotto la suola delle scarpe. Proprio per evitare questo genere di infortuni il datore di lavoro è obbligato a far rispettare tutte le norme in materia di sicurezza: dalla testa ai piedi!

Scarpe antinfortunistiche: come scegliere

Una domanda che spesso viene fatta è: come scegliere le scarpe antinfortunistiche?

La scelta delle scarpe di sicurezza dipende da diversi fattori, il principale è il settore di lavoro e la mansione svolta. Maggiori sono i rischi in ambito lavorativo e maggiore sarà la categoria di sicurezza che deve essere usata nelle scarpe.

Andiamo da una classe di sicurezza base S1, scarpe leggere con una punta in acciaio, fino a una protezione maggiore S3, calzature impermeabili, antiscivolo, anti-perforazione e con altre caratteristiche per un’elevata sicurezza del piede.

Calzature da lavoro: alcune caratteristiche per settore

Vediamo nel dettaglio alcuni settori di interesse e le relative caratteristiche che devono avere le scarpe:

  • scarpe antinfortunistiche per elettricisti, con certificazione ESRCSAZ195-14 per una protezione da rischio elettrico fino a 18000 W e 60 Hz;
  • calzature antinfortunistiche per chi lavora all’aperto, meglio calzature impermeabili e isolanti per proteggere dal freddo e dalle intemperie;
  • scarpe per edilizia, suola anti-perforazione e punta in acciaio;
  • addetti alle pulizie, preferibili delle calzature antiscivolo;
  • calzature medicali, per medici e infermieri, devono garantire il massimo comfort.

Quando cambiare le scarpe antinfortunistiche

Le scarpe da lavoro non hanno una “data di scadenza”, dipende molto dalla frequenza con la quale vengono utilizzate.

Se si utilizzano quotidianamente, l’ideale è cambiarle ogni 6 mesi circa, in quanto il materiale con il tempo può deteriorarsi e andare a compromettere il grado di sicurezza.

La parti della calzatura che si usurano più facilmente sono la suola, che va a sostenere l’intero peso del corpo, e la tomaia. Importante fare delle verifiche periodiche per accertarsi che non siano presenti crepe e le cuciture siano in buono stato. Nel caso di anomalie meglio procedere con la sostituzione.

Scarpe antinfortunistiche migliori?

Quando si parla di sicurezza sul lavoro meglio acquistare prodotti di un marchio affidabile, che utilizza materiali di qualità e rispetti tutte le normative in fatto di sicurezza.

Alcune delle marche migliori di scarpe da lavoro sono: U-Power, Diadiora Utility, Cofra, Base e Reebok.

Scarpe antinfortunistiche U-Power

U-Power è diventato un punto di riferimento per molte realtà in fatto di sicurezza sul lavoro. Con le sue diverse linee di scarpe da lavoro soddisfa le esigenze di tutti i settori: siderurgia, petrolio, miniere, assemblaggio, caldo, chimica, freddo, industria, logistica, automotive e catena di montaggio.

Scarpe antinfortunistiche Diadora Utility

Le calzature Utility sono studiate e pensate per tutti i professionisti che cercano sicurezza e affidabilità in tutti i settori: scarpe leggere e comode. Tutte le calzature sono certificate secondo le norme di sicurezza Europee.

Scarpe antinfortunistiche Base

Calzature Base Protection sicurezza e comfort su misura per tutti i settori: industria leggera, artigianato, servizi in generale, edilizia, grande distribuzione, logistica e industria pesante. Calzature da lavoro late o basse, con diversi livelli si sicurezza.

Dove comprare scarpe antinfortunistiche

Le scarpe antinfortunistica devono essere sinonimo di sicurezza e qualità, meglio affidarsi a negozi che hanno esperienza nel settore dell’antinfortunistica e un’ampia scelta di prodotti, oltre a un personale esperto che sappia consigliare le scelte migliori.

Nel nostro negozio di antinfortunistica a Brugherio è possibile provare le calzature per testarne il comfort e la qualità dei diversi modelli.

Chi paga le scarpe antinfortunistiche?

L’acquisto delle calzature antinfortunistiche è a carico del datore di lavoro, come stabilito dalla legge. È il titolare dell’attività che si deve occupare della fornitura delle scarpe da lavoro per tutti i dipendenti, scegliendo quelle più adatte in base al settore e alla tipologia di lavoro da svolgere.

Chiunque lavori in settori a rischio, su macchinari pesanti o con prodotti pericolosi, ha l’obbligo di indossare delle calzature di sicurezza. Quest’obbligo deve essere imposto dal datore di lavoro, il quale deve anche verificare che i dipendenti utilizzino correttamente i DPI.

D’altra parte, il dipendente deve indossare correttamente le calzature da lavoro (e qualsiasi altro dispositivo di protezione) provvedendo alla cura e alla pulizia. In caso di danneggiamento, deve avvisare subito il datore di lavoro.

Condividi questo post

Torna a Blog
Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: